Caricamento in corso...

sabato 28 luglio 2012

Il blog dei lavoratori Agile in lotta saluta tutti i colleghi e chiude le pubblicazioni

Questo blog insieme al sito eulav.net dal 2009 ha cercato di rappresentare la storia e le vicende della vertenza dei lavoratori e delle lavoratrici della Agile, partendo dall'acquisizione delle nostre aziende di provenienza da parte della Eutelia. All'epoca ci mettemmo poco tempo a comprendere, che era un caso di vero parassitismo pseudo industriale ai danni nostri e dell'azienda.
Oggi dopo il periodo esaltante e insieme angosciante dell'occupazione della sede Eutelia di Roma, di manifestazioni come quella del novembre 2010 a Palazzo Chigi, con la nostra vertenza che irruppe nelle case degli italiani in prima serata, i giorni di presidio davanti al Parlamento, è realistico affermare che la vertenza della Agile si è conclusa, con la fine del commissariamento e la messa in liquidazione dell'azienda sancita a giugno 2012 dal Tribunale di Roma.
Le ragioni della chiusura del blog del Lavoratori Agile in lotta sono in questo ultimo atto, semplicemente la lotta finisce e ne inizia un altra ancora più dura, che impegnerà ognuno di noi alla ricerca di nuove prospettive di vita e di lavoro. Un sincero augurio a tutti voi, colleghi e colleghe, che avete sostenuto le speranze e la voglia di lavoro e di giustizia che abbiamo ancora dentro, è questo che resta e che ci unisce ancora...
Il blog Lavoratori Agile in lotta resta aperto alla consultazione  

lunedì 4 giugno 2012

Le OOSS sull'Incontro al MISE del 29 maggio 2012

Comunicato dei Sindacati CGIL, CISL, UIL sull'incontro al Ministero della Sviluppo Economico del 29 maggio 2012 sulle soluzioni per il reinserimento al lavoro per i lavoratori e lavoratrici della Agile. E' l'ora dei fatti concreti... 

martedì 22 maggio 2012

Convocazione al MISE il prossimo 29 maggio

Per il prossimo 29 maggio il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato le Regioni interessate, le OOSS su nuovi sviluppi per i finanziamenti europei FEG, che sarebbero destinati alla riqualificazione e (sarebbe auspicabile) al ricollocamento dei lavoratori Agile, non riassorbiti al lavoro dopo l'acquisizione TBS.
Segue il testo del comunicato a firma del Dott. Castano del ministero.

 

martedì 8 maggio 2012

Napoli chiama Maurizio Landini e Roma...?

Più volte il delegato nazionale FIOM Fabrizio Potetti ci disse "anche in assenza di notizie noi lavoriamo sulle vertenze...", chi scrive non dimentica l'apporto della FIOM nelle manifestazioni, a palazzo Chigi, al MISE e in quel periodo che oggi pare quasi epico, dell'occupazione della sede Agile-Eutelia di Roma.
Ma il silenzio che è calato sulla nostra vicenda rischia di diventare un frastuono assordante e ora i lavoratori Agile di Napoli, hanno pubblicato un comunicato, seguente la loro assemblea dello scorso 4 maggio. Viene chiamato in causa il Segretario Maurizio Landini, chiedendo a lui e a tutta la FIOM di "battere un colpo".
Intanto se Napoli piange, Roma non ride...
Il comunicato dei lavoratori Agile di Napoli 

giovedì 26 aprile 2012

Rinnovato l'accordo (ex) Agile per la CIGS da marzo a settembre 2012

Lo scorso 23 marzo al Ministero del Lavoro è stato firmato l'accordo per la CICG ai lavoratori e lavoratrici (ex) Agile, la validità decorre dal 7 marzo al al 6 settembre 2012. Pubblichiamo il documento firmato per il Ministero dalla Dot.ssa Paduano.

  

mercoledì 7 marzo 2012

Incontro in Regione alla Pisana per i FEG con l'Assessore Zezza e il Presidente Commissione Lavoro Perazzolo

Oggi in Regione Lazio alla Pisana, si è svolta la riunione sui FEG Agile, presenti il Presidente della Commissione Lavoro Maurizio Perazzolo, l'Assessore al Lavoro Mariella Zezza, il Vice Presidente della Commnissione Lavoro Tonino D'Annibale che ringraziamo in quanto artefice della riunione, Roberta Turi della FIOM, per la RSU Gloriana Bracale, Alessandra Carnicella, Marco Giovanrosa e una delegazione di lavoratori e lavoratrici.


Ha introdotto Roberta Turi della FIOM, descrivendo la situazione attuale degli oltre 230 lavoratori Agile di Roma, non compresi nelle acquisizioni di personale della TBS, ponendo l'accento sull'infruttuosa riunione alla Regione in Via R. R. Garibaldi con il Dott. Fontana, svoltasi (non per sua colpa) in un clima di impreparazione della Regione rispetto all'importanza e all'urgenza dei FEG per la Agile. La Turi ha ricordato che i FEG sono parte dell'accordo al MISE, che chiama la Regione Lazio in causa rispetto alla gestione della riqualificazione e ricollocamento della forza lavoro Agile, tutt'ora senza alcuna prospettiva occupazionale, che si chiedono risposte urgenti rispetto ai percorsi e all'impegno politico-istituzionale della Regione e rispetto alla drammatica urgenza di presentare un programma organico, entro il 10 marzo al Ministero del Lavoro, che a sua volta deve chiedere su queste basi il finanziamento FEG alla UE.
Gli argomenti sono poi stati puntualizzati dagli interventi di Gloriana Bracale e Marco Giovanrosa.
Nella replica l'Assessore Mariella Zezza ha ricordato il contributo della Regione sugli anticipi alla CIGS del 2010, come a dire che si ricorda bene di noi della Agile, ha dato prova della sua abilità di comunicatrice politica sciorinando una buona conoscenza dei FEG che per il 65% sono fondi UE, 35% a gestione regionale e ricordando l'esperinza di Civita Castellana avviata da 20 mesi. Peccato che nel prosieguo della sua replica l'Assessore Zezza non abbia dato riferimenti e linee di intervento precisi, rispetto all'unico argomento interessante per i presenti:
La Regione Lazio nei restanti 3 giorni per i FEG Agile
cosa vuole fare visto che fino ad ora nulla si è mosso?
Ha genericamente riferito di un impegno della Regione sulle telecomunicazioni, di sinergie con altre imprese, che occorrono alleanze, che i tempi "non dipendono dalla Regione" la quale assicura il massimo impegno.
Alessandra Carnicella a questo punto ha "diradato le nebbie in Regione Lazio" con domande precise:
"la Regione Lazio quali investimenti fa sul territorio?"
L'assessore Zezza ha replicato meno sorridente di un minuto prima:
"questo tipo di risposte vanno date in altre sedi..."
Replica Alessandra Carnicella:
"non c'è tempo per altre sedi, noi dobbiamo presentare un progetto entro il 10 marzo"
L'assessore Zezza ha risposto raggelando i presenti:
"i FEG non sono l'alfa e l'omega per la Agile" (come a dire che per lei la discussione non era interessante).
Tonino D'Annibale (PD) Vicepresidente Commissione Lavoro a questo punto è intervenuto, sbloccando una discussione che sembrava avviata verso un sostanziale nulla di fatto, ribadendo che occorre arrivare a una progettualità entro tempi strettissimi (10 marzo), che i FEG sono uno strumento da utilizzare, per trovare uno sbocco che passa attraverso un impegno di progettazione della Regione, con un tavolo attivo entro al massimo il giorno successivo per arrivare a questo risultato. A questo punto è intervenuto il Presidente della Commissione Lavoro Perazzolo, che ha convenuto della necessità di avviare un tavolo con FIOM ed RSU Agile, dei quali ha preso i contatti per arrivare entro pochi giorni a un inizio di progetto, che faccia partire gli iter necessari alla FEG.
L'impressione è che ancora una volta la FIOM, la RSU e i lavoratori abbiano ottenuto anche grazie all'apporto di D'Annibale, quanto la Regione si era impegnata a realizzare già in sede di accordo al MISE, ora c'è da predisporre i passi necessari, l'inizio del percorso è stato la raccolta dei profili professionali in CGIL a Via Acqua Donzella, per la quale si rammenta ai lavoratori che c'è a disposizione un indirizzo email - lavoratoriagilerm@gmail.com - a cui ancora si possono inviare i dati, compilando un foglio exel predisposto allo scopo scaricabile su eulav.net.
Intanto segnaliamo che martedi' 13 Marzo è previsto un incontro al MiSE con i commissari e le OO.SS. per la definizione dell'accordo sulla proroga della CIGS.

lunedì 5 marzo 2012

Mercoledì 7 marzo serve partecipazione in Regione Via della Pisana per i FEG

I FEG come molti di noi sanno sono i fondi contro gli effetti della globalizzazione a danno dei lavoratori, messi a disposizione dalla Unione Europea e gestiti dalle Regioni, in questo campo la Regione Piemonte ha fatto un azione di riqualificazione e ricollocamento, per 1537 lavoratori del tessile con azioni di: rilevamento bisogni e orientamento, consulenza professionale, assistenza job search, assistenza alla creazione di impresa, incentivi all'inserimento per le imprese, indennità per job search, sostegno economico durante la riqualificazione, azioni nei confronti dell'imprenditoria. Con questo non stiamo descrivendo l'isola felice che di questi tempi non esiste del reinserimento al lavoro, stiamo parlando di progettualità e buon uso delle risorse messe a disposizione dalla UE. Vedi a questo link i FEG Piemonte...
I FEG e la Regione Lazio
La Regione Lazio ha ricevuto giovedì 1 marzo i sindacati, per la discussione del progetto da presentare per l'attibuzione dei FEG necessari al ricollocamento dei lavoratori e lavoratrici Agile, in quanto chiamata espressamente in causa dall'accordo al MISE, che è stato sottoposto a votazione favorevole dalla maggioranza dei lavoratori e lavoratrici in assemblea. Sulla questione Agile è consulente Guido Anglisani (Unionfidi) e responsabile il Dott. Fontana della Regione. Quest'ultimo ha ricevuto le OOSS in una saletta vuota senza sedie ne tavolo per poter discutere, senza alcun documento o bozza di progetto, letteralmente mostrando di cadere dalle nuvole e di aspettarsi una proposta dalle OOSS, che verosimilmente dovrebbe essere di competenza della Regione Lazio.
Roberta Turi, rappresentante della FIOM, ha definito sconcertante questa "riunione", che ha mostrato chiaramente la totale incapacità (o non volontà) della Regione, di dare una governance progettuale al problema dei lavoratori e lavoratrici della Agile.
 Marco Miccoli e Tonino D'Annibale del PD

Lunedì 5 marzo, l'incontro con Marco Miccoli e Tonino D'Annibale del PD
Nella sede PD in Via Delle Sette Chiese una delegazione della RSU con Gloriana Bracale e Marco Giovanrosa, altri lavoratori e lavoratrici, supportati da Roberta Turi della FIOM, sono stati ricevuti da Marco Miccoli Segretario del PD Roma e Tonino D'Annibale del PD Vice Presidente della Commissione Lavoro in Regione.
Si è discusso del momento attuale di acquisizioni del personale Agile in TBS, dell'accordo al MISE, dei fondi FEG e della loro gestione in funzione del progetto da presentare alla UE entro marzo, per i finanziamenti necessari al ricollocamento. Marco Miccoli ha riconfermato la disponibilità sua e del partito a mettere in campo un iniziativa che sblocchi la situazione dei FEG per Agile, ascoltando i dati e gli argomenti esposti da Gloriana, Marco della RSU e Roberta Turi della FIOM.
Tonino D'Annibale ha espresso la volontà del PD di intervenire in Consiglio Regionale, per smuovere l'inerzia inaccettabile della Regione Lazio, che non ha manifestato alcuna progettualità rispetto all'urgenza di presentare entro marzo, un progetto e una richiesta di fondi FEG alla UE.
D'annibale ha intenzione di presentare formale richiesta di audizione alla Commissione Lavoro della Regione, sul problema FEG Agile, ma ha anche chiesto espressamente:
LA PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI E LAVORATRICI AGILE INTERESSATI, IN AULA CONSILIARE ALLA REGIONE IN VIA DELLA PISANA.
Serve quindi la presenza attiva di tutti noi, per supportare l'istanza del PD a nostro favore.
APPUNTAMENTO PER TUTTI MERCOLEDI' 7 MARZO IN REGIONE A VIA DELLA PISANA 1301 (USCITA 32 DEL GRA ZONA AURELIA).

A destra il GRA in giallo, a sinistra la Regione Lazio con segnaposto rosso contrassegnato dalla "A"
(Da Google Maps) 


domenica 4 marzo 2012

Incontri alla sede CGIL di V. Acqua Donzella per fondi FEG

A partire da lunedì 5 marzo alla sede CGIL di Via Acqua Donzella, nelle immediate vicinanze della Metro Colli Albani e della sede FIOM in V. del Velodromo, si terranno incontri con i lavoratori non inseriti nelle acquisizioni TBS, per la gestione della ricollocazione con fondi FEG della UE. Gli incontri servono a dare indicazione dei profili professionali e degli "skill", in vista del progetto da presentare alla UE entro il 15 marzo e sono scaglionati a partire da lunedì 5 marzo fino a mercoledì 7 marzo in base alle iniziali del cognome. Il programma degli incontri è nel documento della FIOM CGIL che pubblichiamo sotto, si invitano i lavoratori ad attenersi al programma e alla massima partecipazione.

  

martedì 24 gennaio 2012

Doppio accordo al MISE: passaggio Agile a TBS Group, per lavoratori e lavoratrici Agile è l'ultimo atto?

E' probabilmente l'ultimo atto della vicenda Agile ex Eutelia (noi ci ostiniamo a chiamarci così...). Ieri era la fredda notte di un 23 gennaio 2012, che ricorderemo come una delle tappe di un golgota che dura da oltre due anni, è stato firmato al MISE il doppio accordo che sancisce il passaggio di Agile srl alla TBS Group spa e la definitiva uscita dall'azienda per quasi 1300 lavoratori e lavoratrici Agile. In un Italia e un Europa che si confrontano con gli spread in altalena e con un economia che ha calato le braghe ai soloni delle agenzie di rating, noi che abbiamo vissuto questa vicenda di bancarotta fraudolenta ai danni della nostra azienda e delle nostre vite, ci sentiamo smarriti. Dopo il furore delle battaglie che abbiamo combattuto in questi due anni, con sette mesi di occupazione, una notte di sit in nel salotto buono di Roma a via del Corso, manifestazioni a Palazzo Chigi, 50 indimenticabili giorni a presidiare quel palazzo dove si annidano certe complicità inaccettabili, ora ci ritroviamo a "decidere" di accettare un accordo già scritto e "diligentemente" sollecitato dall'ineffabile Commissario Agile Dottoressa Stefania Chiaruttini. 
Il comunicato di Fabrizio Potetti della FIOM
Potetti - Fiom Dichiarazione Su TBS-Agile - 24 Gennaio 2012

A noi resta la facoltà di votare a favore o contro l'accordo e lo faremo con la consapevolezza amara di aver fatto la nostra parte per tenere in vita l'azienda, dai clienti per mesi senza stipendio pur di tenere le commesse in piedi, nelle strade a urlare la nostra rabbia, in azienda prima al lavoro e poi in occupazione finendo per sentirla come casa nostra, ora restano due domande:
potevamo fare di più per salvare i nostri posti di lavoro...?
potevano fare di più le istituzioni, per salvare se non la Agile almeno le professionalità?

Oggi i documenti dell'accordo firmati dai Commissari Agile e dalle OOSS, parlano di mobilità e CIGS fino al 2013, con utilizzo dei fondi FEG (Fondi Europei per lavoratori di aziende in ristrutturazione), la ricollocazione degli esuberi a cura delle Regioni e di un calendario di promesse riassunzioni in TBS, a fronte di nuove commesse, tanto improbabili quanto facili da promettere ora...
In questo momento così triste e delicato per noi, chiediamo alla UIL di risparmiarsi squilli di tromba e proclami vari che recitano: "Evitato il fallimento ora si può guardare al futuro”.

domenica 15 gennaio 2012

Dopo l'acquisizione di Agile, la TBS Group e la Commissaria Chiaruttini fanno gioco di squadra...?

Sembra l'immagine patinata di una bella donna presa da una rivista di moda, eppure questa signora è molto più di quello che sembra: è la Dottoressa Stefania Chiaruttini, Commissario Straordinario della Agile nominato dal Tribunale di Roma, nelle sue mani c'è il destino di oltre 1400 informatici della Agile, "azienda-pattumiera" di quello che fu il ramo IT Eutelia, vittima della bancarotta fraudolenta dei Landi di Eutelia e della Libeccio-Omega. 
Il curriculum della Dott.ssa Chiaruttini (fonte nedcommunity.it)
Ha ricoperto cariche di Sindaco, Consigliere di Amministrazione e liquidatore di diverse società tra cui: società quotate alla Borsa Valori di Milano, Fondi Comuni di Investimento, Società di Intermediazione Mobiliare. Ricopre cariche di commissario straordinario Legge 270/99. Si occupa di compliance e consulenza in materia di controlli interni e Legge 231. E’ membro di Organismi di Vigilanza. Ha svolto e svolge consulenze tecniche su nomina della Pubblica Accusa del Tribunale e della difesa in materia di reati fallimentari, societari e di frode al Mercato.

TBS Group e la Dottoressa Chiaruttini...Gioco di squadra?
I 1400 informatici di provenienza Olivetti e Bull, hanno presentato nel febbraio 2011 un opportunità importante, il progetto Cloud che ri-univa le competenze e le strutture Agile ed Eutelia, approvato dalla commissione Lavoro della Camera, ma come è noto il Gruppo Cloud Italia ha acquisito Eutelia guardandosi bene da fare lo stesso con Agile, con buona pace delle balle di "sinergie" prospettate dall'ex Ministro Romani.
Ma il "destino" della Agile era scritto, dopo aver subito la truffa Eutelia-Omega e aver dimostrato la veridicità delle accuse al proprio ex management, altri commensali sono arrivati al ricco desco e la TBS-Chiaruttini si stanno dimostrando amministratori accorti e avveduti, peccato che il loro brillante progetto di acquisizione preveda lavoro solo per 200 lavoratori su un totale di 1350 e chiuse 7 sedi su 11.
Su questo ultimo atto di una vicenda di devastazione aziendale, professionale e umana, ai danni di 1400 professionisti privati del lavoro per truffa non per crisi, è illuminante l'articolo apparso sul sito Lavoratori Agile di Torino in lotta.